Nessuna Voce Dentro

NESSUNA VOCE DENTRO

Berlino millenovecentottantuno

di e con Massimo Zamboni
con Angela Baraldi e Cristiano Roversi
Collaborazione a regia e drammaturgia di Mariano Dammacco
Fonica e luci Simone Filippi

27652842_10213905525706623_332794115_o

Riparte il tour teatrale dello spettacolo “Nessuna voce dentro”, la nuova proposta live di Massimo Zamboni che prende spunto dal nuovo lavoro editoriale “Nessuna voce dentro. Un estate a Berlino Ovest”edito da Einaudi nel maggio 2017.

        Nessuna voce dentro. Berlino Millenovecentottantuno è un reading musicale pensato per il teatro con canzoni e racconti. Un viaggio, un dialogo, un concerto per tastiere, basso, voce, ricordi, luoghi e pensieri. Massimo Zamboni, accompagnato dal musicista e compositore Cristiano Roversi e da Angela Baraldi nelle vesti di attrice e cantante, con il contributo alla regia e alla drammaturgia di Mariano Dammacco ci conduce nella Berlino del Muro per intercettare immagini e suoni di una città entrata prepotentemente nell’immaginario collettivo come somma di oppressione e liberazione.

Un viaggio che ci porta alla Berlino dell’estate 1981, dove, sulle canzoni di Lou Reed, Nico, Kim Carnes, dei DAF, dei Doors, degli Einstuerzende Neubaten, seguiamo un ventiquattrenne che fugge dalla provincia emiliana alla ricerca di qualcosa che ancora ignora. Il suo percorso si intreccia con quello di tutti i giovani europei che nel corso di quell’anno, quasi obbedendo a un richiamo nell’aria, si trasferirono a Berlino ovest, intuendo la peculiarità di quella città, dove la musica, la storia, la cultura, la voglia di futuro, la speranza e l’oscurità si fondevano dando luogo a un mix irripetibile. Il ragazzo insieme al quale proviamo a viaggiare nel tempo e nello spazio è in realtà un giovanissimo Massimo Zamboni e i testi portati in scena sono tratti da “Nessuna voce dentro. Un’estate a Berlino Ovest”.

Lo spettacolo che ha avuto la sua anteprima al teatro Laura Bassi di Casalecchio di Reno lo scorso 17 maggio, è stato anche l’apertura del festival di Gavoi in Sardegna il 29 giugno 2017 ed ha toccato alcune delle principali città italiane, in prestigiosi teatri e rassegne quali CORREGGIO (RE) – Festival Mundus, CARPI (MO) – Festival della Filosofia, GENOVA – Teatro della Tosse, SAN MARINO – Teatro Titano, FIRENZE – Teatro Puccini

La proposta artistica è disponibile per teatri e rassegne fino a tutto il 2019, trentennale della caduta del muro di Berlino