A Reggio Emilia nasce il Lime Theater

Ripensare lo spazio, riempirlo di idee e contenuti attraverso la musica, l’arte e lo spettacolo. Nasce da questa visione la partnership tra Medials Live e FierEmilia per dare vita alla prima stagione di appuntamenti all’interno del capannone D delle Fiere di Reggio Emilia dove sarà allestito il Lime Theater. Un luogo che a lungo è rimasto non solo fisicamente ai margini della città e che in autunno tornerà al centro della vita culturale reggiana. Continua così idealmente il percorso iniziato con la rassegna Mirabello Aria Aperta che anche quest’anno tra concerti, proiezioni e spettacoli ha portato allo stadio Mirabello migliaia di persone da tutta Italia. Anche dopo l’estate, grazie a Medials Live, Reggio continuerà a godere di un cartellone eccezionale di eventi che proseguirà per tutta la stagione invernale.

Si tratta di un progetto di ampio respiro, una novità assoluta per le Fiere di Reggio: il capannone D cambierà volto e a partire dalla metà di ottobre sarà pronto per ospitare una serie di eventi di altissimo livello con ospiti nazionali e internazionali, fra i quali il Coro dell’Armata Rossa il 5 novembre.

“Il nostro obiettivo – ha detto il patron di Medials Live Roberto Meglioli – è dare vita ad un vero e proprio hub per eventi di rilievo nazionale ed internazionale. Grazie alla collaborazione con FierEmilia abbiamo definito un progetto che si articolerà in un arco di tempo che va dal 15 ottobre al 31 dicembre e che porterà a Reggio Emilia quattro o cinque eventi di rilievo nazionale e internazionale. Siamo già al lavoro con architetti e ingegneri del suono per rendere il capannone D in grado di ospitare un pubblico di oltre 2500 persone e dare alla città un luogo destinato agli spettacoli che oggi non esiste”.

Data la situazione delle Fiere, non è ancora possibile fare una programmazione per il 2017 ma assicura Meglioli “c’è la volontà di proseguire se ci saranno le condizioni”.
“Con questa attività – conclude il patron di Medials Live – vogliamo dare un segnale di discontinuità rispetto all’abitudine di fare annunci senza fare seguire una realizzazione in tempi brevi. Per questo prima di parlare abbiamo firmato i contratti e oggi siamo in grado di annunciare l’esordio di uno spettacolo, quello del Coro dell’Armata Rossa, che a Reggio non ha precedenti. Ma in programma ci sono altri eventi e tutti di alto livello”.

“Questa iniziativa – ha dichiarato il coordinatore di FiereEmilia Enrico Banfi, – dimostra come le potenzialità del quartiere fieristico reggiano siano enormi. Siamo la location ideale per questo tipo di iniziative, che non trovano spazio in altri contenitori in città. E dimostrano come, anche di fronte a prospettive di chiusura nell’immediato futuro, e quindi negando qualsiasi possibilità di pianificazione agli organizzatori, il quartiere fieristico di Reggio Emilia continua ad esercitare una grande attrazione e il suo staff continua a lavorare con professionalità e passione per riempire il calendario con eventi di sicuro interesse”.